Interni d’autore

Interni d’autore

Una penthouse di trecento metri quadri su due livelli che si apre sulla città grazie a una vetrata a doppia altezza e a una terrazza. Arredato da Milano Contract District e reso speciale dagli iconici pezzi di design di Dilmos, questo attico rappresenta i valori del progetto residenziale di CityLife, dove cura del particolare e materiali di qualità contribuiscono a rendere ogni ambiente unico.

di  Eleonora J. Annembi

Spazi da vivere e da ammirare
L’arredamento scelto da Milano Contract District vuole far vivere una vera e propria esperienza sensoriale: tutti e cinque i sensi sono stimolati da questo allestimento in cui superfici materiche dialogano con finiture più tecniche. L’ingresso è stato pensato in modo da identificare l’area come separata dalla zona living, ma allo stesso tempo ponendo queste due in comunicazione.

La pavimentazione Statuario di Rex crea infatti un interessante contrasto con Slide Natural Genius di Listone Giordano, che grazie al sistema di posa muove la geometria del pavimento e delle pareti, ridando brio e modernità al classico parquet. Nell’arredamento della stanza sono riconoscibili oggetti iconici, firmati dai grandi nomi del design, come Solaris di Julian Mayor, il divano Flap firmato Francesco Binfaré per Edra, la libreria Totem realizzata in ferro, design di Gianfranco Pezzi e il tavolo a mosaico di Akomena.

E ancora, la zona pranzo è stata arredata con il tavolo in silicone Comod-One design di Alessandro Ciffo, le cui gambe sporgenti possono diventare un ulteriore volume di appoggio, accostato alle sedie firmate Roberto Mora; appoggiata alla parete spicca infine la credenza scrigno di Edra, design Campana, decorata con schegge di metacrilato specchiante poste in ordine casuale di modo da rendere ogni pezzo unico.

La zona living comunica con la cucina, dalla quale è separata tramite la grande anta rossa Compass di Lualdi. L’arrivo in cucina segna un nuovo cambio di pavimentazione: qui viene ripreso lo Statuario di Rex, che si espande a vena continua sin sopra le pareti. Un ambiente luminoso, dove la tradizione dialoga con la modernità, grazie ai materiali scelti per la cucina Icon di Ernestomeda.

Dal soggiorno, grazie alla scala LaFont Fascia di Fontanot, si accede al piano superiore dove c’è una seconda zona living. Qui la cucina One 80 di Ernestomeda serve la camera padronale, anch’essa con bagno di pertinenza. Cattura lo sguardo la poltrona in silicone firmata Alessandro Ciffo, mentre nella camera il letto Favela, design Campana per Edra domina lo spazio. La realizzazione che prevede la sovrapposizione casuale di listelli di pino fa sì che la texture che ne caratterizza la struttura sia sempre diversa. Infine, appoggiato a terra si può vedere uno degli specchi della serie Nine Mirrors di Ron Gilad, che grazie a dettagli e sfondamenti superficiali travalica la sua semplice funzione per diventare un vero e proprio oggetto d’arredo.

Il design è di casa
Gli oggetti d’arredo sono stati selezionati anche da Dilmos Milano, che ha contribuito all’allestimento con pezzi emblematici del design moderno e contemporaneo. Dal 1980, Dilmos Milano porta avanti una visione del design basata sull’equilibrio comunicativo che si instaura tra un oggetto e l’ambiente in cui viene inserito, prediligendo quei pezzi di design in grado
di narrare il loro tempo.

Esperti nell’arredare
Milano Contract District, nato nel 2016 da un’idea di Lorenzo Pascucci, è una piattaforma evolutiva capace di rispondere alle esigenze degli operatori del Real Estate. Grazie alla collaborazione con i migliori brand italiani, progettisti, architetti e interior designer sviluppano programmi personalizzati che abbinano soluzioni funzionali e di ottimizzazione dei layout all’eccellenza estetica e qualitativa dei prodotti.

2018-04-06T08:58:18+00:00 marzo 13th, 2018|

Leave A Comment