eL Chandelier

eL Chandelier

Dinamismo e meraviglia

Libeskind padre e figlio riproducono la luce cosmica con eL Chandelier, non un semplice lampadario ma un’opera d’arte che, grazie a duemila LED, fa vivere la luce e ne racconta la storia millenaria. Scoprite come!

di Emanuela Brumana

eL Chandelier

Accendere la luce è per tutti noi un gesto quotidiano, scontato nella sua semplicità. La forza del design consiste nel trasformare qualcosa di così ordinario in un’esperienza straordinaria. Ne è un esempio eL Chandelier, disegnato a quattro mani da Daniel Libeskind e suo figlio Noam, astrofisico presso l’Istituto Leibniz di Potsdam, dove ha sviluppato un algoritmo in grado di raccontare come la luce è cambiata nel corso della vita del cosmo. A mano a mano che gli elementi costitutivi dell’universo invecchiano, infatti, la luce emessa dalle stelle si modifica. E proprio questo cambiamento viene riprodotto da eL Chandelier. Un oggetto unico nel suo genere che unisce alla bellezza delle forme una sofisticata tecnologia di illuminazione LED: la spirale a cascata, delineata in maniera netta da spigoli vivi e linee decise, è rivestita all’esterno con acciaio inossidabile, mentre l’interno è fatto di lamiera placcata in oro 23 carati che amplifica la luce dei duemila LED posti sulla superficie divisa in diciotto sotto-aree indipendenti.
Per studiare lo stupefacente spettacolo luminoso di eL Chandelier sono state fatte diverse simulazioni utilizzando super-computer all’avanguardia, in modo da comprimere l’intero racconto in pochi secondi.
Alla luce di questo studio, le parole dello stesso Daniel Libeskind assumono un forte significato: «Un apparecchio d’illuminazione perfetto dovrebbe essere come la luce stessa». Un’idea potentissima che incarna lo spirito di Zumtobel, azienda austriaca leader nella produzione di soluzioni illuminotecniche che da oltre sessant’anni porta avanti una ricerca incentrata sulla luce, dialogando con i grandi nomi dell’arte e della scienza.
Guardare eL Chandelier in funzione significa assistere alla rappresentazione del ciclo di vita della luce e apprezzarne l’energia.

2018-06-19T10:35:13+00:00 giugno 29th, 2018|

Leave A Comment